Fino al 31 dicembre è possibile usufruire dell’agevolazione destinata alle imprese che nel corso del 2020 hanno fatto formazione per le tecnologie previste dal piano nazionale 4.0.

Si tratta di un credito d’imposta, che spetta alle piccole imprese in misura pari al 50% delle spese ammissibili sostenute nel periodo d’imposta agevolabile e nel limite massimo di 300mila euro.

Per le medie imprese il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 40% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 250mila euro.

Per le grandi imprese il credito d’imposta è riconosciuto, infine, in misura pari al 30% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 250mila euro.

Il limite percentuale sopra indicato è aumentato fino al 60% delle spese ammissibili nel caso in cui i destinatari delle attività di formazione ammissibili rientrino nelle categorie dei lavoratori dipendenti svantaggiati o molto svantaggiati.

Sono ammissibili al credito d’imposta anche le eventuali spese relative al personale dipendente ordinariamente occupato in uno degli ambiti aziendali e che partecipi in veste di docente o tutor alle attività di formazione ammissibili, nel limite del 30% della retribuzione complessiva annua spettante al dipendente.

Tutte le agevolazioni previste per il 2020 sono pubblicate sul sito della Regione Toscana.

Per informazioni e consulenze sul credito d’imposta per la formazione 4.0, contattaci scrivendo a segreteria@euroinfoteam.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *