Sostegni all’attività sportiva dilettantistica arrivano dalla Regione Toscana, che ha stanziato oltre 1,5 milioni di euro, derivanti dalla quota libera dall’avanzo di amministrazione 2019 del bilancio del consiglio regionale. Si tratta di contributi economici rivolti alle realtà tra le più colpite dalla crisi in atto, ovvero alle società sportive dilettantistiche che garantiscono lo svolgimento di attività sportiva, attraverso la gestione o la custodia di impianti sportivi di proprietà pubblica.

In dettaglio, possono richiedere il contributo le Società sportive dilettantistiche (Ssd), le associazioni sportive dilettantistiche (Asd) regolarmente iscritte al registro del Coni ed organismi sportivi che gestiscono, o hanno in custodia, impianti sportivi di proprietà pubblica sul territorio regionale. La domanda deve essere presentata online entro il 15 settembre, utilizzando la procedura telematica reperibile sul sito web istituzionale del Consiglio regionale, a questo indirizzo, nella sezione ‘Avvisi, bandi e gare’.

E’ necessario presentare come documentazione la dichiarazione di iscrizione al registro del Comitato olimpico nazionale italiano ed organismi sportivi, che gestiscono, o hanno in custodia, impianti sportivi di proprietà pubblica sul territorio regionale alla data di pubblicazione della legge regionale 6 luglio 2020, numero 53 e la dichiarazione sostitutiva di atto notorio rilasciata ai sensi dell’articolo 47 del Dpr numero 445 del 28 dicembre 2000, attestante la gestione o la custodia di impianti sportivi di proprietà pubblica, con indicazione dell’impianto sportivo e della durata della gestione.

Per informazioni: www.consiglio.regione.toscana.it. L’avviso è consultabile all’indirizzo http://www.consiglio.regione.toscana.it/avvisi/default.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *